Chrome 76: un aggiornamento necessario per gli utenti di Google Chrome

Tra pochi giorni, esattamente su 30 di luglio, verrà lanciato Google Chrome 76. Buone notizie per gli utenti e pessime notizie per molti siti Web di notizie che sono riusciti a rilevare quando un utente stava utilizzando Modalità incognito e bloccalo.

La caratteristica più importante di Chrome 76 sarà la chiusura della violazione i siti Web potrebbero rilevare gli utenti in modalità di navigazione in incognito. Ciò è stato possibile verificando FileSystem API dal browser Chrome. In modalità di navigazione in incognito, FileSystem L'API è disabilitata in modo che durante la navigazione l'utente lasci informazioni sui siti Web accessibili e non sul computer. I siti Web hanno utilizzato uno script per verificare la disponibilità FileSystem API e, se non ha risposto, la sessione è stata automaticamente rilevata come incognito e l'accesso dell'utente è stato bloccato.
Con il lancio di Chrome 76 il 30 luglio, il comportamento FileSystem L'API verrà modificata e i siti Web non saranno più in grado di rilevare la sessione in incognito. Almeno non con il metodo usato finora.
Boston Globe. Il New York Times e il Los Angeles Times sono solo alcuni dei portali di notizie giganti che non consentono più agli utenti di accedere alla modalità di navigazione in incognito.

Chrome 76 è anche un fastidio per i portali di notizie che hanno utenti con abbonamenti a pagamento (Paywall). Esistono molte pubblicazioni di notizie che offrono gratuitamente un numero limitato di articoli e gli utenti pagheranno per visualizzare ulteriormente il contenuto. Questa limitazione del numero di articoli gratuiti per utente viene attualmente effettuata monitorando i cookie. Una volta in modalità di navigazione in incognito, il sito non può più controllare il numero di articoli visualizzati dall'utente e non può più limitarlo e ti invita a pagare un abbonamento.

Un'altra importante funzionalità offerta da Chrome 76 è bloccare gli annunci popup quando si esce da un sito Web con il tasto Esc (ESC).

Molti siti Web dannosi utilizzano questa tecnica per fornire pubblicità o una nuova pagina Web agli utenti che desiderano abbandonare il sito Web corrente. Utilizzando un codice JavaScript, premendo il tasto Esc si apre automaticamente una nuova pagina Web nel browser. Google Chrome 76 metterà fine a questo tipo di spam.
Firefox ha già implementato un sistema simile per impedire l'apertura di un popup o di una nuova pagina Web premendo il tasto Esc nel browser.

Oltre alle due principali modifiche sopra, Google Chrome 76 migliorerà la sicurezza per quanto riguarda la possibilità di esecuzione di codice dannoso nei siti Web e porterà Modalità oscura nelle pagine web.

Come per Adobe Flash Player, non eseguirà più il contenuto automaticamente, senza l'azione dell'utente, poiché 2020 di dicembre non sarà più compatibile con Google Chrome. A partire da 2021 e Adobe cesserà il supporto per Veloce.

Appassionato di tecnologia, mi piace testare e scrivere tutorial sui sistemi operativi macOS, Linux, Windows, sulla configurazione del server web WordPress, WooCommerce e LEMP (Linux, NGINX, MySQL e PHP). scrivo su StealthSettings.com dal 2006, e qualche anno dopo ho iniziato a scrivere su iHowTo.Tips tutorial e notizie sui dispositivi nell'ecosistema Apple: iPhone, iPad, Apple Guarda, HomePod, iMac, MacBook, AirPods e accessori.

Lascia un tuo commento